ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dati contabili per il transitional safe harbour

Il DM attuativo dei regimi semplificati esclude l’applicazione di molte delle regole GloBE, attingendo invece i dati da CbCR e bilanci individuali

/ Gianluca ODETTO

Giovedì, 23 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel DM 20 maggio 2024, attuativo delle disposizioni sui regimi semplificati del Pillar 2, trovano una sostanziale conferma molte delle indicazioni contenute nel Rapporto OCSE del 15 dicembre 2022 Safe harbours and penalty relief: global anti-base erosion rules (Pillar Two), successivamente oggetto di analisi e di implementazione da parte delle Guidances diramate dall’organizzazione di Parigi.
La prima di esse riguarda la fonte dei dati da considerare ai fini dei test ivi previsti, legati ai ricavi e all’utile d’esercizio, al livello di imposizione effettiva e agli importi dell’utile e della SBIE.

La regola base, contenuta nel § 14 del Rapporto, è quella per cui la fonte primaria è rappresentata dai country-by-country report. Si deve, però, trattare di qualified CbCR, ovvero, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU