ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LETTERE

Che l’elettorato attivo partecipi alla nomina del CNDCEC è un atto di democrazia

Venerdì, 14 giugno 2024

x
STAMPA

Gentile Redazione,
ho letto l’articolo di martedì sulla proposta del Consiglio Nazionale di poter fare partecipare l’elettorato attivo alla nomina del Consiglio Nazionale (si veda “Ventidue Ordini contro il voto degli iscritti per il CNDCEC” dell’11 giugno 2024).

Secondo me è un atto di grande democrazia che dovremmo cogliere con grande senso di responsabilità.

Per evitare che vi siano disparità di mezzi di comunicazione si potrebbe limitare la campagna elettorale all’uso di una sorta di intranet di categoria dove vengono postati dei mini siti per ogni candidato che potrà esporre i suoi programmi e con chi intende realizzarli (quindi di quale possibile coalizione fa parte) nonché la pubblicazione di tutte le domande degli iscritti e le rispettive risposte in modo che ognuno possa andare a leggere e farsi una idea di cosa uno propone e perché.

Questa è una situazione che si è già manifestata in società di grandi dimensioni e che ha funzionato.


Alberto Cacciani
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Parma

TORNA SU