ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Ammesso il reverse charge per l’oro usato destinato alla fusione

/ Emanuele GRECO

Sabato, 15 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Per poter definire il regime IVA applicabile a una cessione di manufatti in oro è necessario, in termini generali, avere riguardo alle qualità oggettive del bene.

Tra i principali operatori del settore, vi sono i c.d. “compro oro”, i quali tipicamente acquistano oro usato e lo rivendono alle fonderie (le quali provvedono alla fusione) in cambio di un corrispettivo monetario.
È necessaria un’attenta valutazione di ciascuna fattispecie poiché, a seconda della natura della cessione posta in essere, l’IVA potrebbe applicarsi con il meccanismo del reverse charge oppure avvalendosi del regime del margine per i beni usati.

In linea generale, l’Amministrazione finanziaria (cfr. ris. Agenzia delle Entrate n. 92/2013; ris. Agenzia delle Entrate n. 375/2002) ritiene che, per ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU