ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

I crediti d’imposta agevolativi non sono posizioni soggettive nella scissione

Sono considerati ordinari elementi del patrimonio da ripartire liberamente

/ Francesco DE ROSA

Venerdì, 21 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella circolare di ieri, 20 giugno 2024, n. 12 Assonime si è soffermata anche sulle posizioni soggettive che devono essere riportate, secondo le regole dettate dall’art. 173 comma 4 del TUIR, dalle società coinvolte in una scissione (scissa e beneficiarie).

Secondo la disposizione citata, le posizioni soggettive devono essere ripartite in proporzione ai patrimoni netti contabili delle società, oppure devono seguire gli elementi del patrimonio cui sono specificamente connesse.
Per posizione soggettiva si intende “ogni situazione giuridica attiva e passiva generata dalla normativa sulle imposte dirette in capo alla scissa”; si tratta, in altre parole, di “quelle situazioni di potere e di dovere che avrebbero spiegato effetti nell’attività di misurazione del reddito

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU