X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

IL CASO DEL GIORNO

Fuori campo le assegnazioni di immobili acquisiti senza IVA

/ Enrico ZANETTI

Venerdì, 30 aprile 2010

x
STAMPA

Le assegnazioni ai soci di immobili relativi ad imprese costituiscono in linea generale operazioni rilevanti ai fini IVA, in quanto integrano il presupposto soggettivo (effettuazione dell’operazione nell’esercizio di imprese) e oggettivo (assimilazione alle operazioni di cessione di beni a titolo oneroso) per l’applicazione del tributo.
Ciò non di meno, l’operazione di assegnazione è esclusa dall’ambito di applicazione dell’IVA:
- quando l’assegnazione ha per oggetto un immobile ubicato fuori dal territorio dello Stato, posto che in questo caso l’art. 7 co. 2 del DPR 633/1972 esclude espressamente tale operazione dal novero di quelle riconducibili alla nozione di “effettuazione nel territorio dello Stato”, con conseguente irrilevanza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU