X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 22 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Sì all’arbitrato per l’impugnazione del bilancio nullo

La riforma del diritto societario ha ampliato le possibilità di ricorso: è ammissibile in materia di invalidità delle deliberazioni di approvazione

/ Maurizio MEOLI

Lunedì, 3 maggio 2010

x
STAMPA

È ammissibile l’arbitrato in materia di invalidità delle deliberazioni di approvazione del bilancio anche ove si deduca la violazione delle norme poste a presidio della verità, chiarezza e precisione del bilancio stesso. A stabilirlo è l’ordinanza 8 marzo 2010 del Tribunale di Napoli, ponendosi contro l’orientamento espresso da altri giudici di merito (cfr. Tribunale Lucca 11 gennaio 2005), sulla base di una lettura reputata eccessivamente riduttiva della riforma della disciplina e, quindi, contraria allo scopo della stessa.

Il legislatore della riforma del diritto societario, infatti, con il DLgs. 17 gennaio 2003 n. 5, relativo alle disposizioni procedurali, ha ampliato l’area del ricorso all’arbitrato ed ha provato a risolvere le principali questioni che si presentavano

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU