X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 26 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Valutazione della quota nella società in nome collettivo

/ Roberta VITALE

Venerdì, 27 agosto 2010

Qualora il socio di una snc intenda recedere dalla società o eventualmente cedere la propria quota sociale a un terzo, va stabilito se, in tali ipotesi, sia necessaria una valutazione di stima giurata della quota del socio uscente.

In tema di società di persone, entrambi i casi costituiscono modificazioni di tipo soggettivo del contratto sociale, in quanto consistenti in mutamenti nella composizione personale della società. Per tali modificazioni, l’art. 2252 c.c. (dettato per la società semplice, ma applicabile anche alla snc in virtù del rinvio operato dall’art. 2293 c.c.) richiede il consenso di tutti i soci salvo diversamente pattuito.

Nello specifico, il recesso del socio incide sul singolo rapporto sociale, determinandone lo scioglimento, con conseguente diritto alla ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU