X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Nella fusione tra consolidate, test sugli interessi e non sulle perdite

/ Salvatore SANNA

Sabato, 1 settembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con riferimento alla limitazione alla deducibilità degli interessi passivi prevista dal meccanismo del ROL, l’art. 96, comma 4 del TUIR stabilisce che gli interessi passivi indeducibili in un determinato periodo d’imposta possono essere dedotti nei periodi successivi nel limite degli interessi attivi e del 30% del ROL di competenza.

In caso di fusione, questa disposizione deve essere coordinata con quanto stabilito dall’art. 172, comma 7 del TUIR, ultimo periodo, il quale prevede che le disposizioni limitative al riporto delle perdite fiscali delle società che partecipano alla fusione si applicano anche agli interessi indeducibili sopracitati.
Ai sensi della disposizione sopracitata, in particolare, le perdite fiscali, maturate dalle società partecipanti alla fusione (comprese ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU