X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per le società agricole calcolo del reddito con regole ordinarie

Il Ddl. di stabilità per il 2013 elimina la possibilità per le società agricole di optare per la tassazione a reddito agrario

/ Arianna ZENI

Lunedì, 15 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 12 del Ddl. di stabilità per il 2013, che è stato approvato dal Consiglio dei Ministri del 9 ottobre scorso, contiene disposizioni che interessano il settore agricolo.

In particolare, con riferimento ai commi 32 e 33 dell’attuale testo, verrebbe eliminata la possibilità per le società agricole, di cui all’articolo 2 del DLgs. 29 marzo 2004 n. 99, di optare per il regime in base al quale le attività agricole (ivi comprese quelle connesse) di cui all’art. 32 del TUIR generano reddito imponibile, non già in base alle corrispondenti risultanze di bilancio (“a costi e ricavi”), bensì in base al reddito agrario del fondo.

Il comma 32 del citato art. 12, infatti, stabilisce l’abrogazione dei commi 1093 e 1094 della L. n. 296/2006 (Finanziaria 2007) e ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU