X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dal 2013 «Tobin tax» su azioni e strumenti finanziari

Il Ddl. di stabilità per il 2013 prevede l’introduzione di un’imposta sulle transazioni finanziarie

/ Salvatore SANNA

Martedì, 16 ottobre 2012

A partire dalle operazioni concluse dal 1° gennaio 2013, la compravendita di azioni, e altri strumenti finanziari partecipativi emessi da società residenti nel territorio dello Stato sarà soggetta ad imposta di bollo con l’aliquota dello 0,05% sul valore della transazione.
Secondo il disegno di legge di stabilità per l’anno 2013 licenziato dal Governo e bollinato dalla Ragioneria Generale dello Stato, viene introdotta un’imposta sulle compravendite finanziarie ovunque effettuate (anche all’estero) da soggetti residenti ai fini fiscali in Italia.

La disposizione, infatti, afferma che l’imposta è dovuta anche se la compravendita avviene al di fuori del territorio dello Stato, sempre che una delle controparti sia residente nel territorio dello stesso. Sono escluse dall’imposta, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU