X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Ravvedimento operoso per l’omessa regolarizzazione del cessionario

/ Alfio CISSELLO e Marco PEIROLO

Sabato, 20 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il cessionario che riveste la qualità di soggetto passivo IVA ha l’obbligo di regolarizzare l’omessa o irregolare fatturazione del cedente entro determinati termini, pena l’irrogazione di una sanzione pari al 100% dell’imposta, con un minimo di 258 euro.

Detto obbligo sorge, in caso di omessa fatturazione, decorsi quattro mesi senza che il cedente, seppure tardivamente, abbia provveduto a fatturare, e, in caso di irregolare fatturazione, dal momento della registrazione. La regolarizzazione deve avvenire entro il termine perentorio di 30 giorni (decorrenti dallo spirare dei quattro mesi per l’omessa fatturazione o dalla registrazione dell’operazione per la fattura irregolare), in quanto se detto termine non viene rispettato la violazione comunque si è

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU