X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ancora incertezze sulla responsabilità solidale negli appalti

È necessario definire sia l’ambito oggettivo, sia quello soggettivo

/ Sandro CERATO e Luca CARAMASCHI

Lunedì, 12 novembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 13-ter del DL 83/2012, che ha rivisto integralmente la disciplina relativa alla responsabilità fiscale negli appalti, sta ponendo, anche dopo l’opportuno intervento dell’Agenzia Entrate con la circ. n. 40/2012, numerosi interrogativi alle imprese e ai professionisti che assistono i predetti soggetti.

In primo luogo, è necessario chiarire l’ambito oggettivo di applicazione della responsabilità, tenendo conto che la disposizione si riferisce genericamente ai contratti di appalto, senza ulteriori delimitazioni, con la conseguenza che il perimetro applicativo sembrerebbe alquanto esteso, comprendendo anche, ad esempio, i contratti per la pulizia di uno stabile, ovvero quelli relativi alla manutenzione di un macchinario.

Se così fosse, appare evidente che si renderebbe ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU