Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Sulla responsabilità dei sindaci prescrizione lunga

/ Maurizio MEOLI

Lunedì, 26 novembre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, nella sentenza 20 settembre 2012 n. 15955, ha fornito alcune importanti precisazioni in ordine alle azioni di responsabilità promosse nei confronti dei sindaci di società di capitali.

Nel caso di specie, il curatore del fallimento di una srl (dichiarato nel 1989) conveniva in giudizio (con citazioni, interruttive della prescrizione, notificate nel 2002) i componenti del relativo collegio sindacale, al fine di ottenerne la condanna al risarcimento dei danni subiti dalla società in conseguenza di condotte omissive tenute in violazione dei loro doveri. I sindaci, nonostante l’eccepita prescrizione, venivano condannati sia in primo grado (nel 2006) che in appello (nel 2008), per il tramite dell’art. 2947, comma 3 c.c., ai sensi del quale “se il fatto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU