Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Opzione per la cedolare secca senza «conferma» anche se operata in UNICO

L’Agenzia delle Entrate ufficializza, nella circolare n. 13/2013, l’orientamento finora affidato a documenti non ufficiali

/ Anita MAURO

Venerdì, 10 maggio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circ. n. 13 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha fornito numerose precisazioni, in materia di detrazioni, cedolare secca, immobili inagibili ai fini IMU, decorrenza dell’IVIE, incentivi per il rientro dei lavoratori e contributo di solidarietà.

In materia di cedolare secca, la circolare (al § 4) affronta due quesiti. Innanzitutto, è arrivato il chiarimento ufficiale relativo all’inutilità della “conferma” dell’opzione per la cedolare secca per i contratti di locazione che, rientrando nel regime transitorio, avevano applicato la cedolare direttamente in UNICO 2012.

Si ricorda che il DLgs. 23/2011, che ha introdotto la cedolare secca, aveva previsto la possibilità – per i contratti già in corso al momento dell’entrata in vigore del decreto – di optare ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU