X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’omissione dell’invito a comparire non inficia l’accertamento

Dubbi sulla validità di tale orientamento ora che l’invito è definibile mediante adesione e il quadro legislativo è cambiato

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 19 novembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella procedura di accertamento con adesione, la negoziazione della pretesa può avvenire in due modi.
L’Agenzia delle Entrate, prima di notificare l’accertamento, può invitare il contribuente a comparire per discutere sull’eventualità dell’adesione, e, in tal caso, il contribuente non potrà più, ricevuto l’accertamento, formulare la relativa domanda.
Se l’invito non viene formulato, il contribuente può, nel momento in cui riceve l’accertamento, presentare domanda di adesione, alla quale deve seguire l’invito a comparire dell’Ufficio.

Un consolidato orientamento della Cassazione ritiene che, in quest’ultimo caso, l’omissione dell’invito non inficia la validità dell’accertamento, ma tale assunto non può essere condiviso, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU