X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Finanziamento enunciato nella delibera di aumento di capitali, niente registro

In tal caso, secondo la Commissione Provinciale di Piacenza, difetta della condizione della identità delle parti

/ Anita MAURO

Lunedì, 10 marzo 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel caso in cui un finanziamento soci, redatto per corrispondenza, venga citato nel verbale di assemblea che aumenta il capitale sociale, non sussistono le condizioni per l’enunciazione che, a norma dell’art. 22 del DPR 131/86, consentirebbero di applicare l’imposta di registro all’atto enunciato.
Lo ha stabilito la Commissione Provinciale di Piacenza nella sentenza 18 febbraio 2014 n. 71/2/14.

L’art. 22 del DPR 131/86 dispone che, se un atto fa menzione di disposizioni, contenute in atti scritti o verbali, non sottoposte a registrazione, l’ufficio può, in presenza di talune condizioni, sottoporre a tassazione anche le disposizioni in esso “enunciate”. In tal caso – prosegue la norma – se l’atto enunciato era soggetto a registrazione in termine

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU