Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il trust al test del nuovo modulo RW

Il titolare effettivo deve indicare il valore complessivo delle attività estere possedute dal trust

/ Salvatore SANNA

Lunedì, 10 marzo 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

A partire dal modello UNICO 2014, la compilazione del modulo RW è obbligatoria non solo per i possessori formali di attività finanziarie e patrimoniali estere, ma anche per coloro che, pur non essendo i possessori diretti, sono considerati i titolari effettivi degli investimenti esteri, secondo quanto indicato dalla normativa antiriciclaggio.

Applicando le disposizioni contenute nella DLgs. 231/2007, il tema dell’individuazione dei titolari effettivi di un investimento può riguardare l’istituto del trust:
- se i futuri beneficiari sono già stati determinati, quando la persona fisica o le persone fisiche risultano beneficiarie del 25% o più del patrimonio posseduto dal medesimo;
- se le persone che beneficiano del trust non sono ancora state determinate, si tratta della categoria di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU