ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Continuità aziendale da valutare nel bilancio

Se viene meno la continuità, bilancio d’esercizio da predisporre con criteri «adattati»

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Martedì, 25 marzo 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella redazione del bilancio 2013 occorre verificare la presenza del presupposto della continuità aziendale o going concern.
L’OIC 5, sulla base di quanto previsto dallo IAS 10 “Fatti intervenuti dopo la data di riferimento del bilancio” (par. 14) e dall’OIC 29 (par. E.III.c), giunge alla seguente conclusione: se il presupposto della continuità aziendale non è più appropriato al momento della redazione del bilancio, nelle valutazioni di bilancio si deve tenere conto degli effetti della mancanza di continuità aziendale.

Il venir meno della validità del postulato del going concern può verificarsi in un momento qualunque dell’esercizio, senza che vi sia alcuna relazione con la messa in liquidazione della società, che può anche non essere stata prevista, non essendosi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU