X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

IMPRESA

Legittimo il sequestro per equivalente basato sull’accertamento induttivo

Le presunzioni legali possono essere poste a base di una misura reale

/ Vincenzo PACILEO

Lunedì, 19 maggio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

I punti affrontati dalla sentenza n. 17982/2014  della Cassazione sono due: da una parte si ribadisce un principio di carattere generale sui poteri di sindacato del tribunale in sede di riesame di provvedimento cautelare reale, dall’altra  se ne fa applicazione riguardo al sequestro finalizzato alla confisca per equivalente con riferimento al reato di dichiarazione infedele (art. 4, DLgs. 74/2000). Il tribunale annullava il sequestro preventivo disposto dal GIP, argomentando dalla insufficienza a supportarlo dell’accertamento induttivo effettuato in sede fiscale. La Corte ha,  per contro, accolto il ricorso del PM e ha conseguentemente rinviato gli atti al tribunale per una nuova valutazione del caso.

È stato, infatti, ricordato che esiste un orientamento secondo il quale in sede ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU