ACCEDI
Sabato, 25 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Mai agli arbitri le controversie sui bilanci nulli

Confermato l’orientamento che, in ragione del coinvolgimento di diritti indisponibili, ha escluso la compromettibilità in arbitri

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 11 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Non sono compromettibili in arbitri le controversie aventi ad oggetto l’impugnazione della deliberazione di approvazione del bilancio delle società di capitale per violazione dei principi di verità, chiarezza e correttezza. È quanto stabilito dalla sentenza di ieri, 10 giugno 2014 n. 13031, della Cassazione, che viene a dirimere un conflitto sorto in seno alla giurisprudenza di merito, probabilmente condizionata anche dall’assenza, almeno fino ad oggi, di chiare indicazioni dei giudici di legittimità.

Nel senso della compromettibilità in arbitri delle controversie in questione si sono espressi, tra gli altri, Tribunale di Napoli 8 marzo 2010 e Tribunale di Milano 13 maggio 2013 n. 6700, anche alla luce di alcuni passaggi motivazionali di Cassazione n. 15890/2012. La prevalente ricostruzione, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU