ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La separazione tra i coniugi non «assicura» l’agevolazione prima casa

Per la Cassazione, non configura una situazione di «forza maggiore» e non impedisce, dunque, la decadenza dal beneficio

/ Anita MAURO

Martedì, 15 luglio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Non configura un’ipotesi di “forza maggiore” idonea ad impedire la decadenza dall’agevolazione prima casa la separazione dei coniugi con conseguente alienazione dell’immobile agevolato all’ex coniuge, prima che l’acquirente trasferisca la propria residenza nel Comune in cui si trova l’immobile.
Lo ha affermato la Corte di Cassazione, nell’ordinanza 14 luglio 2014 n. 16082.

Si ricorda, a tal proposito, che, per godere dell’agevolazione “prima casa”, al momento dell’acquisto di un determinato immobile, è necessario soddisfare diverse condizioni, tra le quali è richiesto che l’acquirente trasferisca la propria residenza nel Comune in cui si trova l’immobile agevolato entro 18 mesi dall’acquisto.

Nel caso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU