X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Sopravvenienze ereditarie di difficile configurazione

/ Anita MAURO

Martedì, 9 dicembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 28 comma 6 del DLgs. 346/90 dispone che, se dopo la dichiarazione di successione sopravviene un evento che dà luogo al mutamento della devoluzione dell’eredità o del legato, ovvero ad applicazione dell’imposta in misura superiore, i soggetti obbligati, anche se per effetto di tale evento, devono presentare la dichiarazione sostitutiva o integrativa.

Un esempio di evento che dà luogo al mutamento della devoluzione potrebbe essere la rinuncia all’eredità di un chiamato, con conseguente “subentro” del suo successore, in virtù del meccanismo della rappresentazione (art. 467 c.c.)
Per inciso, si segnala che, a seguito delle modifiche introdotte dall’art. 11, comma 1, lett. a) n. 1 del DLgs. 175/2014 (c.d. decreto semplificazioni), che entrerà in vigore ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU