X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

IMPRESA

Qualifica di start up anche all’impresa licenziataria di un iscrivendo brevetto

Il MISE ha fornito chiarimenti sul requisito alternativo per l’iscrizione nel Registro Imprese

/ Roberta VITALE

Mercoledì, 11 novembre 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

A quasi due mesi dagli ultimi chiarimenti, il Ministero dello Sviluppo economico torna a pronunciarsi su alcune questioni in merito ai requisiti necessari ai fini dell’iscrizione nella sezione speciale del Registro delle imprese delle PMI e start up innovative (si veda “Conferma dei requisiti di start up innovative con bilancio approvato” del 15 settembre).

In particolare, tra i pareri pubblicati, si segnalano il n. 218415/2015 e il n. 218430/2015, con i quali il Ministero ha fornito alcune precisazioni sul requisito alternativo di cui all’art. 25, comma 2, lett. h), n. 3 del DL 179/2012 e art. 4, comma 1, lett. e), n. 3 del DL 3/2015, sui diritti di privativa industriale di, rispettivamente, start up o PMI innovativa.

Si ricorda che, ai sensi di tali disposizioni, ai ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU