Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Obbligo di POS per imprese e professionisti da circoscrivere

Ascoltati ieri in Senato sul Jobs Act degli autonomi sia i rappresentanti del CUP che di Confprofessioni: «Il Ddl. è un’opportunità per tutto il Paese»

/ Savino GALLO

Giovedì, 10 marzo 2016

x
STAMPA

download PDF download PDF

La riforma del lavoro autonomo rappresenta “un’opportunità per tutto il Paese”. Questo l’incipit del documento presentato ieri dal Comitato Unitario delle Professioni alla Commissione Lavoro del Senato, presso la quale si sono tenute una serie di audizioni sul Jobs Act degli autonomi. Quarantuno pagine (la prima parte curata dai consulenti dei lavoro, la seconda dai commercialisti) in cui i rappresentanti delle professioni ordinistiche avanzano tante proposte per migliorare il disegno di legge attualmente all’esame di palazzo Madama, in modo da “potenziare quel segmento di lavoro intellettuale in grado di contribuire in maniera consistente alla ricchezza del Paese”.

Per farlo, secondo il CUP, il testo va modificato nella parte relativa alla politiche ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU