X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 14 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Decreto presidenziale contestabile solo con reclamo al Collegio

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 22 settembre 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel momento in cui sono scaduti i termini per la costituzione in giudizio delle parti, quindi i trenta giorni dalla notifica del ricorso per il ricorrente e i sessanta giorni dalla notifica del ricorso per il resistente, il Presidente della sezione a cui il ricorso è stato in precedenza assegnato effettua un suo esame preliminare.
Se il Presidente nota una causa di inammissibilità manifesta del ricorso, può rilevarla con proprio decreto.

Si tratta, è bene specificarlo, di una semplice facoltà, siccome l’inammissibilità, quand’anche manifesta, ben può essere dichiarata in udienza.
Si può trattare, per fare i casi più semplici, di ricorso notificato senza il rispetto dei sessanta giorni di cui all’art. 21 del DLgs. 546/92, o di costituzione in giudizio del ricorrente tardiva (art.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU