Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dubbia la definizione al terzo senza avviso bonario

Giurisprudenza altalenante, ma non può esserci piena discrezionalità degli uffici

/ Dario AUGELLO

Lunedì, 4 dicembre 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

Resta incerta la possibilità di definire in via agevolata nella misura di un terzo le sanzioni per omesso versamento o ritardato pagamento dell’imposta iscritta a ruolo a titolo definitivo (sanzione del 30% di ogni importo non versato: art. 13 del DLgs. 471/97).

L’art. 17 comma 3 del DLgs. 472/97 sembra vietare infatti la definizione agevolata delle sanzioni irrogate dall’ufficio all’esito dei controlli automatizzati delle dichiarazioni dei redditi e IVA.
La preclusione si applica qualora il contribuente, raggiunto dall’avviso bonario ex artt. 36-bis del DPR 600/1973 o 54-bis del DPR 633/1972, non definisca le sanzioni nel termine di trenta giorni dalla notifica della comunicazione di irregolarità con il pagamento in misura ridotta (art. 2 comma 2 del DLgs.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU