X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Cessioni di fabbricati civili iscritti tra le immobilizzazioni escluse dal volume d’affari

/ Luca BILANCINI

Sabato, 24 marzo 2018

L’art. 20 del DPR 633/72, nel definire le modalità di determinazione del “volume d’affari”, dispone che non ne concorrano alla formazione “le cessioni di beni ammortizzabili, compresi quelli indicati nell’articolo 2424 del codice civile, voci B.I.3) e B.I.4) dell’attivo dello stato patrimoniale”.

Se, a una prima lettura, l’assunto testé enunciato parrebbe risultare di facile applicazione, potrebbero sorgere tuttavia alcuni dubbi relativi a casi specifici come, ad esempio, quello relativo alla cessione di fabbricati abitativi posta in essere dalle c.d. “immobiliari di gestione”.
Secondo quanto si può evincere dalla C.M. 3 agosto 1979 n. 25, al fine di individuare i “beni ammortizzabili” enunciati nelle disposizioni del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU