X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

LAVORO & PREVIDENZA

L’omesso versamento di ritenute si calcola dal 16 gennaio al 16 dicembre

L’INL individua l’arco temporale per determinare il superamento o meno della soglia di punibilità penale della condotta

/ Mario PAGANO

Giovedì, 5 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ancora un nuovo capitolo, auspicabilmente l’ultimo, nell’annosa questione concernente l’arco temporale di riferimento per la sussistenza del reato di omesso versamento delle ritenute previdenziali a carico dei lavoratori, previsto dall’art. 2 comma 1-bis del DL 463/83. A scriverlo è l’INL con la nota n. 2926 del 29 marzo scorso, logica conseguenza della sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione n. 10424 del 7 marzo 2018.

Secondo l’art. 2 comma 1 del DL 463/83, le ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti, ivi comprese le trattenute effettuate ai sensi degli artt. 20, 21 e 22 della L. 153/69, devono essere, comunque, versate e non portate a conguaglio con le somme anticipate, nelle

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU