Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 febbraio 2023

FISCO

Credito IVA compensato da omessa dichiarazione senza sanzioni

Se il credito esiste ed è provato, non vi è sanzione per l’omesso versamento IVA, né sono dovuti interessi

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 15 maggio 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il travagliato iter giurisprudenziale e legislativo, in tema di crediti IVA da omessa dichiarazione, scaturito dalle ormai note sentenze coeve delle Sezioni Unite nn. 17757 e 17758/2016, trova un nuovo tassello con l’intervento della Commissione tributaria regionale di Cagliari n. 377 del 26 aprile 2018.

Le Sezioni Unite sono giunte alla conclusione che l’omessa dichiarazione non preclude il riconoscimento del credito che si è formato nell’anno stesso, oppure negli anni antecedenti, a condizione che la sua esistenza sia debitamente dimostrata.
Quindi, il credito può essere riportato a nuovo o, se si tratta di IVA, può essere esercitata la detrazione nel rispetto dei termini di legge.

La soluzione, condivisibile perché conforme al principio di matrice comunitaria della neutralità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU