ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

FISCO

Regime degli impatriati anche in caso di distacco all’estero

Il rientro deve essere legato a particolari situazioni, come l’attribuzione di un nuovo ruolo aziendale

/ Pamela ALBERTI

Sabato, 6 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il regime degli impatriati di cui all’art. 16 comma 2 del DLgs. 147/2015 spetta nel caso in cui il rientro dopo il distacco all’estero del dipendente sia legato a un ruolo aziendale differente rispetto a quello originario grazie alle competenze maturate.
Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate nella risoluzione n. 76 di ieri, superando di fatto la precedente posizione in merito all’ipotesi di distacco, che era stata considerata esclusa dall’agevolazione.

L’art. 16 del DLgs. 147/2015 non disciplina espressamente la posizione del soggetto distaccato all’estero che rientri in Italia; ciò a differenza di quanto previsto dall’art. 3 comma 4 della L. 238/2010, concernente il regime di favore per i c.d. “controesodati”, che invece escludeva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU