X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Per i contratti a termine finisce il periodo transitorio

Dal 1° novembre proroghe e rinnovi non saranno più possibili sulla base della normativa precedente il decreto «dignità»

/ Luca NEGRINI

Martedì, 30 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Domani, 31 ottobre 2018, termina il periodo transitorio previsto dalla legge di conversione del DL 87/2018 per rendere più graduale l’entrata in vigore delle nuove norme sui contratti a tempo determinato e che ha consentito, per un certo lasso di tempo, che proroghe e rinnovi dei contratti a termine avvenissero ancora sulla base delle originarie disposizioni del DLgs. 81/2015.
Le nuove norme erano, invece, già pienamente applicabili dal 14 luglio scorso ai nuovi contratti, secondo quanto espressamente indicato nell’art. 1, comma 2 del DL 87/2018, introdotto in sede di conversione.

A parte la questione della possibilità in questi ultimi due giorni che mancano alla fine del periodo transitorio di prorogare sulla base della precedente normativa contratti che scadano dopo il 31 ottobre, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU