X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 18 luglio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La cessione del ramo commerciale non osta al regime delle società agricole

I requisiti per rientrare nel regime agevolato devono sussistere sin dall’inizio del periodo d’imposta cui si riferisce l’opzione

/ Salvatore SANNA e Arianna ZENI

Venerdì, 15 marzo 2019

Le imprese agricole costituite in forma di società o ente commerciale determinano il reddito in base alle regole ordinarie (rilevano, quindi, non il reddito agrario iscritto in Catasto, bensì le risultanze del conto economico, cui vengono apportate le variazioni in aumento e/o in diminuzione che discendono dall’applicazione delle specifiche disposizioni del TUIR).

Tuttavia, a talune condizioni (profilo soggettivo di società agricola non costituita in forma di spa ed esercizio della relativa opzione), le società operanti in agricoltura possono optare per il regime agevolato di determinazione del reddito d’impresa ai sensi dei commi 1093 e 1094 dell’art. 1 della L. 296/2006 (in attuazione è stato emanato il DM 27 settembre 2007 n. 213).

Il comma 1093, in particolare, prevede che ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU