X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 marzo 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il verbale di accesso e richiesta documenti «sostituisce» il PVC

La Cassazione prende posizione in un caso di processo verbale di chiusura delle operazioni

/ Francesco BRANDI

Venerdì, 15 marzo 2019

Con la sentenza n. 6811/2019, la Cassazione ha stabilito che in materia di garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali, il verbale di accesso e richiesta documenti, a patto che indichi le esatte finalità, può fungere da verbale di chiusura delle operazioni ai sensi dell’art. 12 comma 7 della L. 212/2000, facendo decorrere il termine dilatorio di 60 giorni per l’instaurazione del contraddittorio con il contribuente.

La vicenda riguardava un avviso di accertamento con cui l’Agenzia delle Entrate procedeva al disconoscimento di alcune agevolazioni IRES (di cui alla L. 383/2001) per mancanza di alcuni requisiti.
Il ricorso della società veniva respinto dalla C.T. Prov. con decisione confermata dalla C.T. Reg., che però annullava l’atto limitatamente alle sanzioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU