X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 6 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Classamento sempre da motivare dettagliatamente

Il Comune non può effettuare autonomamente l’operazione, che è riservata all’Agenzia delle Entrate-Territorio

/ Antonio PICCOLO

Martedì, 16 aprile 2019

La Cassazione, con le ordinanze gemelle n. 7732/2019 e n. 7733/2019, ha riaffermato, nel solco del proprio consolidato insegnamento, da un lato che in materia catastale l’obbligo della motivazione non può ritenersi soddisfatto mediante la semplice indicazione dei dati e del classamento attribuito (categoria, rendita) al fabbricato oggetto di accertamento; dall’altro che il Comune non può autonomamente effettuare alcun classamento, trattandosi di operazione riservata esclusivamente all’Agenzia delle Entrate-Territorio.

La controversia è sorta per due avvisi di accertamento di revisione del classamento, con i quali il Comune impositore competente ha confermato la pretesa relativa all’ICI per le annualità 2001 e 2002. Con tali avvisi l’ente locale ha autonomamente

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU