X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Nuove retribuzioni da marzo per le PMI del Legno e Arredamento

/ REDAZIONE

Venerdì, 12 aprile 2019

Con accordo sottoscritto il 9 aprile 2019 Unital-CONFAPI in rappresentanza datoriale e le organizzazioni sindacali dei lavoratori Feneal-UIL, Filca-CISL e Fillea-CGIL hanno definito la misura degli incrementi retributivi spettanti a decorrere dal mese di marzo 2019 a tutti i dipendenti delle piccole e medie industrie operanti nel settore del legno, del sughero, del mobile e dell’arredamento e in ambito boschivo-forestale.

Per effetto di tale adeguamento, intervenuto in applicazione della previsione contenuta nel CCNL 18 aprile 2017 e calcolato sulla base dell’Indice dei prezzi al consumo armonizzato per i Paesi dell’Unione relativo all’anno 2018 (Indice IPCA, fonte ISTAT), dal 1° marzo i nuovi minimi di retribuzione applicabili risultano i seguenti: liv. AD3, 2.537,83 euro; liv. AD2, 2.395,74 euro; liv. AD1, 2.256,96 euro; liv. AC4, 2.118,20 euro; liv. AC3, 1.973,76 euro; liv. AC2, 1.973,76 euro; liv. AC1, 1.853,51 euro; liv. AS3, 1.973,80 euro; liv. AS2, 1.835 euro; liv. AS1, 1.775,27 euro; liv. AE3, 1.705,89 euro; liv. AE2, 1.633,45 euro; liv. AE1, 1.455,15 euro.

TORNA SU