X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 23 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

IVA al 10% con restrizioni per i produttori musicali

Nel pacchetto venduto dal produttore agevolate le sole prestazioni funzionali allo spettacolo

/ Emanuele GRECO e Simonetta LA GRUTTA

Sabato, 11 maggio 2019

La legge di bilancio 2018 (art. 1 comma 340 della L. 205/2017) ha modificato la disciplina IVA in materia spettacolistica, riconoscendo l’aliquota IVA del 10%, oltre che ai contratti di scrittura connessi con gli spettacoli, anche alle prestazioni rese da intermediari. A tal fine è stato novellato il n. 119) della Tabella A, Parte III, allegata al DPR 633/72.
Sul tema è intervenuta, a distanza di quasi un anno, la circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 20/2018, commentata in un convegno organizzato nella giornata di ieri da Assomusica e dall’Agenzia delle Entrate.

Va rammentato che, sino alle modifiche apportate dalla legge di bilancio 2018, l’aliquota IVA del 10% era applicabile unicamente ai “contratti di scrittura connessi con gli spettacoli teatrali” e ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU