ACCEDI
Venerdì, 21 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sbarramento dei 30.000 euro per definire le liti «sportive»

Per la Guida delle Entrate l’iscrizione al CONI deve sussistere nell’anno oggetto di lite

/ Alfio CISSELLO e Francesco NAPOLITANO

Sabato, 11 maggio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ieri, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito la Guida alla definizione delle liti per le associazioni e le società sportive dilettantistiche.
Per i menzionati contribuenti, l’art. 7 del DL 119/2018 prevede una definizione molto vantaggiosa, a condizione che al 31 dicembre 2017 ci fosse l’iscrizione nel registro del CONI.

In maniera del tutto sorprendente, nonché palesemente contraria al dato normativo, nella Guida, a pagina 3, si legge “le controversie definibili secondo le regole contenute nell’articolo 7 sono soltanto quelle riguardanti avvisi di accertamento in materia di Ires, Irap e Iva riferite a periodi d’imposta in cui la società o l’associazione risultava iscritta nel registro del CONI”.

In precedenti interventi, leggendo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU