X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 20 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Definizione delle violazioni formali con tutela per il contribuente

La sanatoria potrebbe però essere una sorta di autodenuncia

/ Alfio CISSELLO

Martedì, 7 maggio 2019

Il 31 maggio 2019 scade il termine per il pagamento dei 200 euro per periodo d’imposta, pagamento che rappresenta uno dei requisiti per perfezionare la definizione delle violazioni formali, disciplinata dall’art. 9 del DL 119/2018.
Se le violazioni sono state commesse in diversi periodi d’imposta, è possibile rateizzare il pagamento, pagando in due momenti, il 31 maggio 2019 e il 2 marzo 2020.
La definizione presuppone anche la rimozione della violazione, e il termine per tale rimozione è il 2 marzo 2020, come previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 15 marzo 2019 n. 62274.

Diverse, tuttavia, possono essere le ipotesi in cui non è chiaro se la violazione commessa possa essere sanata ai sensi dell’art. 9 del DL 119/2018.
Sicuramente, non possono essere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU