X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il giudicato sulla società che riduce gli utili extracontabili si riflette sui soci

La Cassazione riafferma l’efficacia riflessa del giudicato sulla società nonostante la diversità delle imposte in gioco

/ Alice BOANO

Venerdì, 24 maggio 2019

In relazione agli accertamenti fondati sulla presunzione di distribuzione degli utili extracontabili, è opinione consolidata quella secondo cui, a differenza di quanto succede per le società di persone, non viga un litisconsorzio necessario tra i soci e la società (Cass. 25 maggio 2016 n. 10793, Cass. 2 dicembre 2015 n. 24572).
Pertanto, non è infrequente la coesistenza di processi riguardanti la società e i soci con esiti potenzialmente discordanti.

Proprio per evitare contrasti fra giudicati, la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 13989 depositata ieri, ha riconosciuto l’efficacia riflessa del giudicato formatosi nei confronti di una società a ristretta base proprietaria con il quale si accerti l’insussistenza o la minor consistenza di utili extracontabili nel giudizio

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU