X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Impossibile emettere note di variazione riepilogative nel tax free shopping

La disciplina fiscale in vigore non è più compatibile con la precedente prassi

/ REDAZIONE

Mercoledì, 12 giugno 2019

Le note di variazione previste nell’ambito del tax free shopping devono necessariamente essere emesse attraverso il sistema OTELLO 2.0. Considerato che ogni singola cessione risulta identificata univocamente dal sistema mediante la notifica del “codice richiesta”, non sono consentite variazioni “cumulative”. Queste, in estrema sintesi, le precisazioni contenute nella risoluzione Agenzia delle Entrate 11 giugno 2019 n. 58, nella quale veniva data risposta a un’istanza pervenuta da società di tax refund.

Come ricordato dall’Amministrazione finanziaria nel documento di prassi, ai sensi dell’art. 38-quater del DPR 633/72, le cessioni a consumatori residenti o domiciliati al di fuori dell’Unione europea, di beni destinati all’uso personale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU