X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 1 ottobre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Redditi cinesi assoggettati a sostitutiva in Italia senza credito d’imposta

La Convenzione Italia-Cina individua il credito di imposta quale metodo per eliminare la doppia imposizione

/ Paolo ARGINELLI e Mario TENORE

Venerdì, 21 giugno 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Convenzione contro le doppie imposizioni Italia-Cina, di cui il Consiglio dei Ministri del 19 giugno ha approvato il Ddl. di ratifica ed esecuzione e già oggetto di analisi su Eutekne.info (da ultimo, si veda “La nuova Convenzione Italia-Cina ripropone la stabile organizzazione di servizi” del 17 giugno 2019), all’art. 14 disciplina la tassazione dei redditi da lavoro autonomo.

Nel dettaglio, viene previsto che lo Stato della fonte possa assoggettare a imposizione esclusivamente: i redditi derivanti dall’esercizio di un’attività per il tramite di una base fissa situata sul territorio dello Stato; o i redditi rinvenienti da attività esercitate in tale Stato nel corso di un periodo o periodi che, in aggregato, ammontano almeno a 183 giorni nel corso di un qualunque

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU