X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Recupera l’IVCA il contraente che trasferisce la residenza all’estero

Potrebbe valere la stessa procedura seguita quando la polizza è liquidata in perdita e l’imposta viene restituita e recuperata poi dall’intermediario

/ Stefania BARSALINI e Maurizio DATTILO

Venerdì, 21 giugno 2019

L’art. 1, comma 2-sexies del DL 24 settembre 2002 n. 209 prevede l’applicazione dell’imposta sul valore dei contratti di assicurazione (IVCA) emessi da compagnie estere operanti nel territorio dello Stato in regime di libera prestazione di servizi, da parte dei soggetti attraverso i quali sono riscossi i redditi derivanti da tali contratti, e che operano quali sostituti di imposta su incarico del contribuente o della compagnia estera, nel caso in cui la compagnia estera, non avendo optato per l’applicazione dell’imposta sostitutiva di cui all’art. 26-ter del DPR 600/73, non è tenuta all’applicazione dell’imposta sulle riserve matematiche dei rami vita.

In ciascun anno, la base imponibile del prelievo è costituita dal valore del contratto assicurativo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU