X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Anche con perdite pregresse eccedenze di interessi trasferibili al consolidato

Non è possibile solo quando verrebbe aggirato il divieto di trasferimento al consolidato delle perdite fiscali pregresse ex art. 118 comma 2 del TUIR

/ Salvatore SANNA

Venerdì, 12 luglio 2019

In caso di partecipazione al consolidato fiscale nazionale, in base a quanto previsto dall’art. 96, comma 7 del TUIR, in vigore fino al 2018:
- l’eventuale eccedenza di interessi passivi e oneri assimilati indeducibili generatasi in capo a un soggetto può essere portata in abbattimento del reddito complessivo di gruppo;
- se e nei limiti in cui altri soggetti partecipanti al consolidato presentino, per lo stesso periodo d’imposta un risultato operativo lordo (ROL) capiente non integralmente utilizzato per la deduzione.

Tale regola si applica anche alle eccedenze oggetto di riporto in avanti, con esclusione di quelle generatesi anteriormente all’ingresso nel consolidato nazionale.
Attraverso questa disposizione, si consente ai soggetti partecipanti al consolidato fiscale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU