X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 16 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Rettifica dell’IVA agevolata sull’auto per disabili con comunicazione alle Entrate

L’acquirente deve comunicare l’assenza dei presupposti alla Direzione provinciale territorialmente competente

/ REDAZIONE

Sabato, 13 luglio 2019

Un soggetto che abbia acquistato un’autovettura beneficiando dell’aliquota IVA ridotta del 4%, in quanto destinata al figlio disabile, e che in seguito si sia reso conto di non possedere i requisiti necessari per fruire dell’agevolazione, può regolarizzare la propria posizione rivolgendosi direttamente all’Agenzia delle Entrate, la quale recupererà la differenza di imposta non versata. 
Lo ha chiarito la medesima Agenzia con la risposta a interpello n. 230 pubblicata ieri.

Si ricorda che l’applicazione dell’aliquota IVA del 4% è ammessa, ai sensi del n. 31) della Tabella A, parte II, allegata al DPR 633/72, con riferimento alle cessioni di specifiche tipologie di autoveicoli, opportunamente adattati, nei confronti dei soggetti di cui all’art. 3 della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU