X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Aliquota IVA del 10% anche se il fabbricato ha diverse destinazioni

L’Agenzia delle Entrate si è occupata delle condizioni che legittimano l’aliquota ridotta per gli edifici con caratteristiche «Tupini»

/ Emanuele GRECO

Giovedì, 18 luglio 2019

Il contratto di appalto relativo alla costruzione di un intero immobile, avente le caratteristiche di edificio “Tupini”, richiede l’applicazione dell’aliquota IVA del 10%.

Per la determinazione dell’aliquota, è irrilevante che nel contratto di appalto siano stati definiti corrispettivi distinti in relazione ad unità immobiliari aventi destinazioni diverse (nel caso di specie il contratto è relativo alla costruzione di un’abitazione configurabile come “prima casa”, alcuni appartamenti da destinare ad attività agrituristica ed alcuni vani da destinare ad attività agricola).

A tali conclusioni è pervenuta l’Agenzia delle Entrate nella risposta n. 260 di ieri, 17 luglio 2019, in conformità con la precedente risposta n. 4 del 18 settembre 2018. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU