X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 11 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Autoconsumo rilevante ai fini IRAP se contabilizzato a Conto economico

/ Luca FORNERO

Venerdì, 2 agosto 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

In seguito alla riforma attuata dalla L. 244/2007 (Finanziaria 2008), è tuttora privo di regolamentazione il trattamento, ai fini dell’IRAP, dei componenti reddituali originati dai beni assegnati ai soci oppure destinati al consumo personale o famigliare dell’imprenditore o comunque a finalità extra-imprenditoriali.

Fino al 2007, in virtù del poi abrogato art. 11-bis del DLgs. 446/97, si applicava la medesima disciplina prevista per la determinazione del reddito d’impresa, con il risultato che, se l’assegnazione o la destinazione extra-impresa concerneva un bene c.d. “merce”, la fattispecie era produttiva di ricavi in misura pari al valore normale del bene (ex artt. 57 comma 1 e 85 comma 2 del TUIR).
Ove, invece, l’assegnazione o la destinazione extra-impresa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU