X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sentenze pro contribuente esecutive anche senza decreto attuativo

Secondo la Cassazione, l’esecutività risponde a esigenze di rango superiore

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Martedì, 3 settembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

La provvisoria esecutività delle sentenze tributarie pro contribuente e la conseguente facoltà di attivare il giudizio di ottemperanza anche a fronte di sentenze non ancora passate in giudicato, costituiscono principi immediatamente precettivi, la cui efficacia non può ritenersi subordinata all’entrata in vigore del decreto ministeriale preordinato a definire il contenuto dell’eventuale garanzia in favore del Fisco.

Ne consegue che a fronte di una sentenza, ancorché non passata in giudicato, di annullamento dell’atto impositivo o di rimborso di somme in favore del contribuente, il giudice tributario deve adottare i provvedimenti consequenziali, non procrastinabili solo per la mancata emanazione del citato decreto ministeriale.

È questo, in sintesi, quanto si apprende dalla lettura ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU