X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Con le modifiche agli ISA precompilati opportuna la disapplicazione per il 2018

Per ADC e ANC la pubblicazione del DM 9 agosto 2019 impone perlomeno un ulteriore slittamento del termine del 30 settembre

/ REDAZIONE

Mercoledì, 21 agosto 2019

Per le associazioni ADC e ANC le modifiche apportate dal DM 9 agosto 2019 ai dati dei modelli ISA precompilati violano, tra le altre, le disposizioni dell’art. 6 comma 4 dello Statuto del contribuente: la norma sancisce, infatti, che non possono essere apportate modifiche ai modelli e ai software dichiarativi senza lasciare ai contribuenti un termine di almeno sessanta giorni rispetto al termine previsto per l’adempimento.  

Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo il 17 agosto scorso. Per questo, per ADC e ANC, la soluzione più opportuna sarebbe la totale disapplicazione degli indici ISA per il periodo d’imposta 2018 o, in assenza di tale misura risolutiva, che sia disposto un congruo slittamento del termine del 30 settembre per i versamenti delle imposte dovute

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU