X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Legittimità rafforzata per il coefficiente di neutralizzazione della Cassa Ragionieri

Dalla Cassazione ulteriori conferme per il meccanismo di riduzione della pensione applicato a coloro che proseguono la professione

/ Luca MAMONE

Sabato, 24 agosto 2019

Con una recente sentenza, la n. 19656/2019, la Corte di Cassazione ha ulteriormente riconosciuto come legittima l’applicazione del c.d. coefficiente di neutralizzazione della quota retributiva introdotto dalla Cassa di previdenza dei ragionieri e periti commerciali con la delibera del 22 giugno 2002, poi assorbita con analoghe previsioni dalle successive delibere del 7 giugno e 20 dicembre 2003 e del 25 giugno 2011.

Anche in questa occasione, i giudici di legittimità hanno rovesciato la posizione assunta dalla Corte d’appello, secondo cui il citato coefficiente di abbattimento (c.d. di “neutralizzazione”) avrebbe violato il principio del pro rata ex art. 3 comma 12 della L. 335/95, nel testo vigente anteriormente alle modifiche attenuative ad esso apportate dall’art.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU