X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 15 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Sanzione amministrativa rimborsabile dopo il decreto penale di condanna

L’INL ha chiarito che la sanzione penale non può essere compensata con la somma tardivamente corrisposta in via amministrativa

/ Mario PAGANO

Giovedì, 19 settembre 2019

La sanzione pecuniaria, prevista per l’estinzione del reato in via amministrativa, se pagata tardivamente può essere rimborsata ove intervenga un successivo decreto penale di condanna. Questo il chiarimento fornito dall’INL con la nota n. 8119 del 17 settembre scorso.

Secondo l’art. 20 del DLgs. 758/94 è possibile eliminare le contravvenzioni in materia di sicurezza e di igiene del lavoro, punite con la pena alternativa dell’arresto o dell’ammenda, mediante prescrizione, volta al ripristino dell’ordine giuridico violato, entro un termine stabilito dall’ispettore. Tale termine è prorogabile a richiesta del contravventore, per la particolare complessità o per l’oggettiva difficoltà dell’adempimento ma, in nessun caso, può superare i sei mesi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU